04/04/2019

Villa Passaro

Nell'agglomerato urbano in via Arturo Consiglio. Una volumetria compatta scandita da sobri spartiti architettonici elegantemente proporzionati appena accentuati sull'asse del portale d'ingresso. »

04/04/2019

Villa Ruggiero

La villa fu costruita dal barone Enrico Petti nella seconda metà del 1700 e si ha notizia certa che, dal 1863, divenne proprietà dei Ruggiero fino al 1985 quando fu acquistata e restaurata... »

04/04/2019

Villa Giulio De La Ville

Posizionata in una zona alle pendici del Vesuvio, la villa ha subito negli anni grandi alterazioni, come si può osservare dalla mappa del Duca di Noja.La primitiva configurazione planimetrica... »

04/04/2019

Villa Favorita

Edificata dall'architetto romano Ferdinando Fuga per la famiglia Beretta ed acquistata in seguito dal principe di Aci e di Campofiorito, Stefano Reggio Gravina, generale delle armi di Carlo di... »

04/04/2019

Villa Consiglio

La Villa Consiglio, edificio a tre piani a valle della strada omonima, sorge su un'area su cui era localizzato il casino Renna, come si evince dalla pianta del Duca di Noja. »

04/04/2019

Villa Campolieto

Nel 1755 Luzio de Sangro, duca di Casacalenda e principe di Campolieto, diede incarico a Mario Gioffredo di progettargli " il più nobile casino" tra le ville del Miglio D'Oro. »

04/04/2019

Palazzo Tarascone

L'edificio dei primi anni del Settecento di notevole interesse per il suo impianto planimetrico di forma ottagonale è sorto dall'ampliamento e dalla trasformazione di una precedente e più modesta... »

04/04/2019

Palazzo Correale

Il Palazzo Correale è un edificio con impianto settecentesco costituito dal piano terra e dal primo piano, a cui si sono aggiunte: una sopraelevazione ottocentesca di due piani e dei corpi di... »

04/04/2019

Palazzo Comunale

La villa era già esistente nel XVIII secolo, con un giardino a parterres, coltivato ad agrumi, come si rileva dalla Mappa del Duca di Noja. Di proprietà della famiglia Passaro, fu donata a fine... »

04/04/2019

Palazzo Capracotta

L'edificio barocco, in età borbonica sede del municipio di Resina, è costituito da tre piani fuori terra con preesistenze testimoniate dalla presenza, nel cortile, di mensoloni sagomati. »