Mercato di Resina

 

 

                                                                                                                                                                                                                                           English             Español         

 

Il mercato di Resina è forse il più famoso dei mercati di cose usate, abiti di seconda mano e surplus militare dell'intero centro-sud. Si svolge durante tutta la settimana, compresa la domenica, tra le viuzze affollate e le piazze intorno a via Pugliano, a Ercolano.

 

È nato durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944, quando in questo centro del napoletano si smerciavano oggetti e vestiti trafugati ai convogli americani di passaggio ed è cresciuto negli anni successivi fino a diventare un'istituzione.

 

Superato un momento di crisi dopo il terremoto degli anni Ottanta, quando gli edifici di via Pugliano avevano subito ingenti danni strutturali, il mercato è rinato dopo il 1996 grazie a un intenso programma di ristrutturazione e riqualificazione.

 

Resina è il paradiso dell'abbigliamento vintage e ci si può trovare praticamente tutto quello che si è sempre desiderato, dalle pellicce ai vestitini di Chanel, dai jeans anni Settanta alle scarpe di Manolo Blanick, dalle borse di vernice bon ton ai cappelli d lana dei combattenti afghani.

 

Oltre ai venditori di quelle che un tempo si chiamavano "pezze" (stracci) e che adesso sono ricercatissimi capi di abbigliamento, è possibile trovare gioielli falsi e veri, bigiotteria d'epoca, e merci nuove a basso costo.

 

Molto frequentato dai giovani di tutta Napoli, naturalmente, e dai costumisti di Cinecittà: provengono da Resina, tanto per citarne alcuni, gli abiti di scena di film come "I cento passi", "La meglio gioventù", "Prima dammi un bacio".

 

Per informazioni: www.mercatodiresina.it