Quest'anno l'Epifania sarà vissuta in modo diverso. L'emergenza sanitaria sta avendo delle ripercussioni socio-economiche ed a subirne le conseguenze saranno le fasce più deboli della popolazione. In un momento così delicato,  gesti normali e quasi scontati come il dono di dolciumi per la ricorrenza dell'Epifania, oggi non sono più avvertiti come scontati. Ecco perché numerose iniziative che stanno prendendo vita, hanno come finalità l'obiettivo di venire incontro alle famiglie più in difficoltà mediante il ricorso a gesti consuetudinari legati alle tradizioni. E' da qui che nasce l'idea dell'iniziativa la "Befana dello Sport" a cura dell'Associazione Senza frontiere in partenariato con la Atena Cooperativa sociale e il patrocino dell'Assessorato allo Sport del Comune di Ercolano. Lo stretto connubio sport/minori è legato all'importanza della pratica sportiva per minori . Avviare i bambini allo sport è importantissimo, non solo per la loro crescita fisica ma anche per il loro sviluppo sociale. Mentre tanti bambini attenderanno, avvolti dal calore delle loro case e delle loro famiglie i consueti dolci e doni del 6 gennaio, per molti invece la Befana non porterà nulla.
La volontà degli enti promotori dell'iniziativa è quello di donare un sorriso a chi ne ha più bisogno, necessità che si amplifica nel cuore delle persone meno fortunate in questo clima di festa.      
 
                                                                                                                                                                Il Delegato allo Sport 
                                                                                                                                                                Consigliere Comunale
                                                                                                                                                                       Aniello Iacomino
torna all'inizio del contenuto