Approvato dopo 47 anni dall'ultima modifica, il nuovo Regolamento edilizio della Città di Ercolano. Nel corso del'ultima seduta del Consiglio comunale, è stato approvato il nuovo regolamento che disciplina caratteristiche, tecniche e le norme da rispettare per procedere a ristrutturazioni di locali e fabbricati per residenze ed attività produttive. Le principali novità riguardano la disciplina dei frazionamenti, i cambi di destinazione d'uso temporanei di residenze ad attività commerciali, le deroghe per altezze-superfici, dotazioni di bagni per locali commerciali nel centro storico al fine di favorire nuovi insediamenti di ristoranti, negozi, attività turistico-ricettive con particolare attenzione alla riqualificazione ambientale.

Il nuovo regolamento darà impulso alla riqualificazione dei fabbricati esistenti, dando regole certe e moderne per l'edilizia e le attività commerciali. Il provvedimento, seguito nell'intero iter dal sindaco e dall'assessore all'Urbanistica Giuliana Di Fiore, è stato redatto dal dirigente dell'Ufficio tecnico Ing. Moccia e dal dirigente del Suap avv. Sciscioli: «Con il nuovo regolamento si dota la città di uno strumento indispensabile per lo sviluppo dell'edilizia privata – dice il sindaco Ciro Buonajuto -. Rispetto a quasi cinquant'anni fa, sono sensibilmente mutate le condizioni socio-economiche della città ed era indispensabile intervenire andando incontro alle nuove esigenze di imprese e cittadini»

 

 
 

 

torna all'inizio del contenuto