Servizi

Informazioni bibliografiche

E'attivo in Biblioteca un servizio di informazione bibliografica svolto dal personale ai fini di orientamento degli utenti nell' individuazione e ricerca dei materiali, tramite l'esercizio della professionalità specifica e l'utilizzo delle metodologie più idonee, comprese quelle informatiche e telematiche.

L'assistenza e consulenza è fornita anche a distanza agli utenti che si rivolgono alla Biblioteca per via telefonica, postale, telematica, compatibilmente con la disponibilità di tempo del personale e subordinatamente alle richieste degli utenti presenti in sede.

La Biblioteca fornisce all'utenza le informazioni di base per effettuare ricerche. Offre un servizio di orientamento sui fondi disponibili e sull'uso del Catalogo presente in Internet (Opac).

Servizio di prestito

Prestito domiciliare (Art. 32 del Regolamento):

L'iscrizione al servizio di prestito è libera e gratuita.

Possono iscriversi al servizio di prestito, ottenendo così in prestito a domicilio materiale documentario di proprietà della Biblioteca, tutti i residenti nei comuni della Campania, presentando un documento valido di identità.

Coloro che, anche stranieri, sono domiciliati nella Regione Campania, e hanno un'attività continuativa di studio o di lavoro, devono sottoscrivere un modulo in cui autocertificano il possesso delle condizioni soggettive richieste. Il permesso di soggiorno costituisce documento valido di identità

Modalità d'iscrizione

Il servizio di prestito a domicilio di libri e documenti posseduti dalla Biblioteca è autorizzato, previa richiesta scritta di iscrizione al prestito, presentando un documento di identità personale valido e una foto formato tessera, nonché sottoscrivendo l'impegno di rispettare le condizioni stabilite dal Regolamento.

I dati personali dell'utente sono utilizzati esclusivamente ai fini del servizio bibliotecario e sono conservati in modo da tutelarne la riservatezza, ai sensi della legge n°675/96 e successive integrazioni e modificazioni.

Se l'utente è minorenne si rende necessaria la sottoscrizione da parte di uno dei genitori o di chi ne fa le veci.

Ad ogni nuovo iscritto al prestito viene consegnata una tessera della Biblioteca strettamente personale che conferisce la facoltà di usufruire del servizio di prestito del patrimonio documentario e l'accesso a tutte le risorse informative della Biblioteca. Ogni cambio di indirizzo deve essere tempestivamente comunicato. La tessera è contraddistinta da un numero identificativo e viene rinnovata annualmente.

In caso di smarrimento o sottrazione della tessera personale, l'interessato deve dare immediata segnalazione al personale incaricato della Biblioteca, il quale, vista la regolare denuncia di smarrimento presentata agli organi competenti o l'autodichiarazione, provvederà al rilascio del duplicato.

Condizioni e modalità del prestito (Art. 33 del Regolamento):

Il prestito domiciliare avviene alle seguenti condizioni:

a. possono essere prese in prestito non più di tre opere contemporaneamente e cumulativamente, salvo comprovati motivi di studio;
b. il prestito di ogni opera ha la durata massima trenta giorni, ed è eventualmente rinnovabile per altri quindici giorni, anche telefonicamente, se l'opera non è stata nel frattempo prenotata. Per un successivo rinnovo l'utente deve recarsi in Biblioteca e compilare un nuovo modulo del prestito;
c. la prenotazione può essere effettuata anche per via telefonica o telematica se attivata; il personale della Biblioteca avviserà l'interessato appena l'opera sarà disponibile. trascorsi 7 giorni dall'avviso, decadrà l'effetto della prenotazione;
d. il Funzionario Responsabile della Biblioteca per ragioni di servizio può richiedere la restituzione anticipata delle opere prestate;
e. particolari condizioni possono essere previste per il prestito nei confronti di speciali categorie di cittadini (disabili, lungodegenti…) impossibilitati a frequentare la sede bibliotecaria;
f. sono esclusi dal prestito a domicilio:
- il materiale destinato alla sezione di consultazione generale;
- le opere costituenti la Sezione locale Ercolano;
- i quotidiani della settimana in corso;
- l'ultimo numero dei periodici;
- le opere edite prima del 1930;
- le miscellanee legate in volume;
- i libri donati o dati in custodia alla Biblioteca con l' espressa condizione che siano consultati nelle biblioteca stessa;
- microfilm e dischi, gli spartiti musicali, i materiali di notevole pregio bibliografico, storico, artistico, o appartenenti a fondi antichi e speciali;
- altresì il materiale in genere non ancora inventariato, catalogato e predisposto al prestito e le opere che, a giudizio del Direttore Responsabile, devono rimanere in Biblioteca;
g. per particolari e motivate esigenze, il Funzionario Responsabile della Biblioteca può eccezionalmente derogare a quanto sopra stabilito, concordando con l'utente un prestito di breve durata. Tale deroga non ha luogo per manoscritti, libri e documenti rari, disegni, spartiti di musica, microfilm, dischi;
h. il prestito alle scuole, alle associazioni o organizzazioni riconosciute può essere concordato con gli insegnanti, con i rappresentanti delle associazioni o con i responsabili di organizzazioni, in base alle esigenze, con deroghe sia per il numero dei documenti che per i limiti di durata;
i. possono essere esclusi temporaneamente dal prestito quei materiali che devono essere utilizzati dalla biblioteca per propri scopi (riordinamento, iniziative culturali, ecc.), libri richiesti da un congruo numero di utenti per la lettura in sede, libri il cui precario stato di conservazione richiede cure immediate;
j. possono essere prenotate le opere che all'atto della richiesta sono già in prestito domiciliare. La prenotazione si effettua fornendo il numero della tessera di iscrizione al prestito;
k. il prestito è personale, tranne casi debitamente motivati ed autorizzati dal Funzionario Responsabile della Biblioteca. E' fatto tassativo divieto agli utenti di prestare ad altri le opere ottenute in prestito;
l. l'utente è responsabile della buona conservazione del materiale. Al momento del prestito l'utente deve esaminare l'opera che gli viene consegnata segnalando eventuali usure e deturpazioni sul modulo del prestito; in caso contrario, egli è responsabile di ogni forma di deterioramento che si riscontri al momento della restituzione, non precedentemente segnalato;
m. in caso di smarrimento o deterioramento del materiale prestato, l'utente è tenuto all' acquisto a proprie spese di un altro esemplare di quanto smarrito o deteriorato ovvero all'acquisto di un'altra opera di pari valore venale secondo l'indicazione data dal Funzionario Responsabile della Biblioteca; per edizioni fuori commercio, l'utente è tenuto a fornire alla Biblioteca una riproduzione rilegata. L'invito al reintegro del documento danneggiato o alla sostituzione del documento smarrito viene rivolto tramite raccomandata con avviso di ricevimento;
n. qualora il materiale prestato non sia restituito nel rispetto del termine previsto, entro i cinque giorni successivi all'avvenuta scadenza, la restituzione viene sollecitata telefonicamente. Trascorsi altri cinque giorni dal sollecito telefonico, viene sollecitata la restituzione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. Al tempo stesso l'utente è escluso dal servizio di prestito fino a restituzione avvenuta;
o. trascorsi inutilmente 30 giorni dalla ricezione dell'invito di cui ai due comma precedenti, ove non sussistano motivi ostativi indipendenti dalla volontà personale, verranno attivate le opportune procedure ai sensi di legge, e la sospensione dal prestito diverrà definitiva. L'Amministrazione si riserva l'applicazione di una sanzione amministrativa;
p. fatta salva ogni responsabilità civile o penale, chi si renda responsabile di un reato contro il patrimonio della Biblioteca, o tenti di asportare materiale documentario, chi, intenzionalmente, danneggia i locali e quanto negli stessi contenuto, nonché chi compia altre gravi mancanze, con provvedimento del Funzionario Responsabile viene escluso cautelativamente dalla Biblioteca. Il Funzionario Responsabile della Biblioteca espone i fatti in una dettagliata relazione da trasmettersi subito agli organi competenti e al Dirigente del settore.

Studi in sede (Art. 35 del Regolamento):

L'utente può accedere alla sala lettura della struttura per studiare con propri libri. Dovrà mantenere un comportamento consono alla dignità del luogo e non disturbare gli altri utenti che usufruiscono dei servizi offerti dalla Biblioteca.

Per essere ammesso alla sala lettura, l'utente dovrà esibire e/o consegnare un documento di identità ed apporre la propria firma sulla scheda d'entrata o registro delle presenze giornaliere. Gli utenti sono tenuti a lasciare al personale borse e zaini.

Visite guidate (Art. 38 del Regolamento):

Il Funzionario Responsabile della Biblioteca autorizza le visite guidate ai locali interni della Biblioteca. La visita ha lo scopo di presentare la Biblioteca illustrando l'organizzazione delle sale, il patrimonio, i fondi, la consultazione dei cataloghi, gli strumenti basilari per la ricerca bibliografica, i servizi disponibili.

Per facilitare il contatto con il mondo della scuola, la Biblioteca svolge un servizio di visite guidate per le classi. Per la visita bisogna richiedere in sede il modulo per concordare data e orario. E' possibile richiedere, nell'ambito della visita il Bollettino Nuove Accessioni prodotto dalla Biblioteca.

Per le scolaresche in visita guidata la compilazione della carta d'entrata viene richiesta al solo accompagnatore che è responsabile dell'ordine e della disciplina. Del numero dei ragazzi si prende nota e sarà parte integrante del totale delle carte d'entrata al fine della raccolta dei dati statistici.